Laureato in Nuove Tecnologie dell’Arte (ABA Foggia) e specializzato in Design della Comunicazione (ISIA Firenze), mi sono occupato per circa tre anni di fashion design e di comunicazione come freelance. Ho svolto numerosi corsi, seguito conferenze e workshop che spaziano nelle diverse aree di intervento della comunicazione.

La mia formazione mi ha insegnato a seguire ogni progetto come un’Esperienza Creativa con i tecnicismi e i teoremi adeguati ma anche ricca di emozioni e sentimenti in un campo dove è importante analizzare con la testa e progettare con il cuore.

La merce più preziosa? la costanza.

Un caro professore ormai diversi anni fa mi disse: "Per fare questo lavoro non basta farlo, devi esserlo." In ogni momento, dentro e fuori dalle aule, dentro e fuori dagli uffici, dentro e fuori di casa. Vita e lavoro coincidono, vivono in simbiosi e non potrei chiedere di meglio.

Fai agli altri quello che vorresti fosse fatto a te.

La regola d’oro che salvaguardia il mio lavoro. Spesso si lavora in team, o in azienda come una sorta di catena di montaggio come nel fashion system, quindi è imperativo progettare mai per se stessi ma sempre pensando a chi dopo di te proseguirà il tuo lavoro e aprirà i tuoi file, mantenendo sempre nel mirino l’obiettivo finale del progetto.

L’eterna giovinezza.

Il metodo può trasmetterlo una buona scuola, un modo di vedere no. Con l’esperienza si impara ad avere un modo di vedere dinamico, che guarda oltre la superficie, che non si stanca mai, è questa l’eterna giovinezza.

Nirvana

Lo si rincorre, lo si raggiunge, lo si perde felicemente per poi ricominciare a inseguirlo.
Il Nirvana nel design per me è la consapevolezza di vedere il mondo che giunge a noi filtrato dalla società, una consapevolezza che viene con gli anni, da una formazione poliedrica nel campo della comunicazione, con uno sguardo attento ai tecnicismi, ai teoremi e ancora di più alle emozioni. Così da avere una visione d’insieme, individuare un sistema ed elaborare una strategia.